Sistemi di Raffreddamento

Il compito del sistema di raffreddamento è di impedire il surriscaldamento del motore. Sul mercato sono disponibili vari sistemi per i diversi tipi di installazioni. Come refrigerante viene utilizzata l'aria, l’acqua, l’olio ecc.

Siccome le pompe Flygt sono sommergibili anche in installazioni a secco, non è possibile utilizzare ventole di raffreddamento per soffiare l’aria attraverso il rotore. Inoltre, i sistemi a ventola sono rumorosi, attirano la polvere nel motore e producono calore che può causare un aumento dei costi del condizionamento dell'aria.

È consigliabile il raffreddamento con l’acqua o con una miscela di glicole e acqua rispetto all’olio. L’acqua e il glicole vantano migliori proprietà di trasferimento del calore e hanno bisogno di minor energia per la circolazione rispetto all’olio che è invece viscoso.

Nelle pompe Flygt utilizziamo svariati sistemi, tutti progettati per garantire rendimento ed efficienza ottimali.

  • Raffreddamento diretto
  • Raffreddamento a circuito chiuso
  • Raffreddamento integrato
  • Raffreddamento esterno

Ognuno di questi sistema è indicato per vari campi di applicazione.

Raffreddamento diretto

Per raffreddamento diretto s’intende che la pompa viene raffreddata dall’acqua o dall'aria circostante. È un sistema particolarmente efficiente per il raffreddamento delle stazioni di pompaggio installate a colonna. Il sistema è semplice perché non ha bisogno di alcun mantello o sistema di raffreddamento. Il raffreddamento con l’acqua richiede che la pompa sia immersa durante il funzionamento. Se il raffreddamento avviene con l’aria, allora è necessario sottodimensionare il motore o ridurre il tempo di funzionamento.

Raffreddamento a circuito chiuso - raffreddamento interno

Per raffreddamento a circuito chiuso s’intende che il liquido di raffreddamento viene pompato attraverso uno piccolo interspazio tra il mantello sottile di raffreddamento e l’alloggiamento dello statore. Il refrigerante viene fatto ricircolare verso il basso tra il mantello di raffreddamento interno ed esterno, verso la base del raffreddamento. Infine, la base del refrigerante trasferisce il calore da questo al liquido pompato.

Uno dei punti di forza del raffreddamento a ciclo chiuso è rappresentato dal fatto che non è esposto alle impurità del liquido pompato.

Raffreddamento integrato

Il raffreddamento integrato è un sistema autoalimentato. Una parte del liquido pompato viene fatta circolare tra il mantello di raffreddamento e l’alloggiamento dello statore. Il flusso necessario viene generato dal retro delle pale della parte superiore della girante. Il flusso viene poi diretto da un anello guida verso l’interno e dal mantello di raffreddamento. Tutte le tracce di aria vengono rimosse automaticamente dal sistema per mezzo della tubazione di sfiato. Per evitare la sedimentazione nel sistema di raffreddamento, viene mantenuta elevata la velocità dell’acqua nelle aree più critiche. Per il funzionamento con azionamento a frequenza variabile (VFD) è necessario controllare i limiti di velocità.

Raffreddamento esterno

Se l’acqua di raffreddamento viene fornita esternamente da una linea diretta o da un sistema di raffreddamento a circolazione, questo si chiama raffreddamento esterno. Come per i sistemi di raffreddamento a ciclo chiuso, anche questo non è esposto alle impurità del liquido pompato.

L’acqua di raffreddamento fluisce indipendentemente dalla velocità di esercizio e quindi un controllo VFD non avrà alcun impatto sul funzionamento del raffreddamento.

+

There was a problem...

Install for this language not supported at the moment. Please try again later.